Cosa vedere in California: come organizzare il tuo viaggio

Per chi sta pensando di partire per la California, cosa vedere è una domanda importante da porsi per organizzare il proprio viaggio. Nell’immaginario collettivo sono tre le icone che saltano in mente quando si parla del Golden State: palme, Hollywood e Disneyland.

Ma di posti da visitare in California ce ne sono a centinaia e non basterebbero anni per vederli tutti. Per cui il modo migliore per organizzare il tuo viaggio è decidere già da casa il tema della tua vacanza.

Questo non vuol dire che se vuoi concentrarti maggiormente sulle spiagge non avrai modo di vedere le città o i parchi nazionali. Ma se non hai molto tempo a disposizione, il consiglio è di scegliere una zona ricca di attrazioni come punto di appoggio e studiare un itinerario che ti permetta di visitare i dintorni.

Puoi prendere spunto da questa nostra lista di attrazioni per creare la tua vacanza ideale in California.

Tour della California: parchi (naturali e non!)

Per la maggior parte delle persone, la California è conosciuta come la patria dell’intrattenimento e del cinema. In realtà è molto ricca anche dal punto di vista naturalistico. Costruendo il tuo itinerario per la California, non puoi tralasciare i parchi nazionali. Vediamo quali sono i più conosciuti.

Il Sequoia National Park

Come si intuisce dal nome, la principale attrazione della zona sono le gigantesche sequoie, tra cui spicca il Generale Sherman che vanta numeri da record: 83 metri di altezza, 31 di circonferenza e ben 2.700 anni d’età!

Se desideri conoscere qualche dettaglio in più, puoi consultare il nostro articolo sul Sequoia National Park.

Il Joshua Tree Park National Park

Il parco di Joshua Tree è unico: qui coesistono due ecosistemi desertici diversi, un mix particolare impossibile da trovare altrove. Il protagonista assoluto è il Joshua Tree, “albero di Giosuè” in italiano, un particolare arbusto i cui rami crescono solo verso l’alto. Gli U2 gli hanno dedicato persino un album!

Lo Yosemite National Park

Situato nel bel mezzo della catena montuosa della Sierra Nevada, le peculiarità della riserva naturale sono vette vertiginose, meravigliose cascate e una serie di monoliti di granito. Il più alto misura 2.100 metri ed è accessibile solo a coloro che hanno una certa dimestichezza con le scalate! Consulta il nostro post su Yosemite.

La Death Valley

Stupore e timore convivono in questo paesaggio lunare. Un’immensa distesa di grandi laghi prosciugati, trasformati ormai in deserto. Non a caso il suo nome significa “la valle della morte” perché è impossibile che la vita sorga spontaneamente in un luogo tanto ostile. Leggi di più sulla Death Valley nel post dedicato.

Il Channel Islands National Park

È il caso di abbandonare la terra ferma per qualche ora e respirare l’aria di mare in questo parco nazionale, formato da cinque delle otto Channel Islands situate nel Pacifico. Le isole sono chiamate le Galapagos del Nord America per la loro acqua cristallina e una biodiversità unica al mondo.

Sono raggiungibili esclusivamente in barca e partono gite giornaliere sia da Santa Barbara che da Los Angeles.

Il parco nazionale per eccellenza: Disneyland

Per chiunque si rechi in California, tra le cose da vedere occupa un posto d’onore il Disneyland Los Angeles. Dei 6 parchi aperti nel mondo, quello di Anaheim fu il primo e venne inaugurato da Walt Disney in persona nel 1955. Quale occasione migliore per tornare bambino!

La costa della California: le 5 spiagge imperdibili

La California si stende a sud della West Coast, a confine con il Messico. È soprannominata anche Stato del sole, per il clima sempre caldo e soleggiato che permette di vivere perennemente in infradito e pantaloncini. Tra i luoghi immancabili da visitare in California non possono non esserci le spiagge.

Ce ne sono per tutti i gusti, ecco una piccola lista delle migliori spiagge di Los Angeles e della California:

  • Malibù: “27 miglia di panorami splendidi” recita il cartello all’entrata della città e in effetti tra calette e lunghe lingue bianche di sabbia, non c’è che l’imbarazzo della scelta;
  • Santa Monica: forse la spiaggia più immortalata, con la famosa ruota panoramica sul molo;
  • Laguna Beach: nella lussuosa contea di Orange Country, è un paradiso per gli appassionati di snorkeling e scogli;
  • Pfeiffer Beach: a sud di San Francisco, questa spiaggia è poco conosciuta ai turisti, ma molto particolare e affascinante per la sabbia color violetto;
  • Venice Beach: vicino Los Angeles, la spiaggia dallo spirito vivace e bohemien, protagonista di innumerevoli film tra cui la versione di Baz Lurhman di “Romeo + Giulietta”.

Visitare la California: da dove partire?

Avere una base d’appoggio in una buona posizione è fondamentale per godersi il viaggio. Il Golden State è il terzo Stato più grande d’America, dopo il Texas e l’Alaska. Di conseguenza le distanze tra un luogo e l’altro non sono proprio brevi. Per respirare la vera vita californiana e conoscere da vicino usi e costumi, conviene soggiornare in una delle grandi città: San Francisco, Los Angeles, Santa Barbara, San Diego e Sacramento sono i centri nevralgici della mondanità e da qui è comodo spostarsi verso le più popolari attrazioni della California.

Ad esempio, se vuoi andare a Disneyland, visitare la Death Valley o il Sequoia National Park l’ideale è soggiornare a Los Angeles.

Se invece preferisci lo Yosemite Park o la bellissima spiaggia di Pfeiffer Beach, la città più vicina è San Francisco.

Infine per andare al Joshua Tree Park, è più facile partire da San Diego.

Easy rider: il mito della California on the road

Se invece hai a disposizione 15 giorni di ferie o più, potresti pensare di attraversare il Paese a bordo della tua auto o della tua moto. Complice l’eredità pop lasciata da Jack Kerouac e da film senza tempo come “Easy Rider” e “Thelma e Louise”, sempre più turisti scelgono di avventurarsi lungo la strada e scoprire lo Stato del Sole chilometro dopo chilometro.

Organizzare questo tipo di viaggio in California è una garanzia: panorami mozzafiato che si alternano tra colline, spiagge lunghissime e lande desolate, il tutto su strade magnifiche e con un sole splendente che illumina la via. Tra tutti i numerosi percorsi possibili, la strada madre per un viaggio on the road è la famosissima Pacific Coast Highway, o Highway 1, che percorre tutta la costa californiana, da San Diego fino a San Francisco.

In questa zona della California i paesaggi sono da cartolina. Ricorda di caricare la macchinetta fotografica e fare tappa sul Bixby Bridge per ammirare una sequenza di cielo, mare e scogliere fino a perdita d’occhio.