Griffith Observatory: l’osservatorio di Los Angeles

Vedere una città dall’alto è una delle cose immancabili da fare, quando si va girovagando per il mondo. Il contrasto tra la natura e le luci della città rimane nitidamente impresso nella mente di ogni turista. Se vuoi goderti uno dei panorami più belli di Los Angeles, devi recarti assolutamente al Griffith Observatory.

Il planetario di Los Angeles

Non serve essere esperti di astronomia per godere della magia delle stelle. È proprio questa la filosofia che spinse il colonnello J.J Griffith a donare le terre di sua proprietà e parte dei suoi fondi alla città californiana, con il fine di costruire l’osservatorio di Los Angeles. Non solo un tempio per appassionati quindi, ma un luogo aperto a tutti, da cui più persone possibili potessero ammirare le meraviglie del cielo.

Scienza e spazio sono le parole chiave che racchiudono l’essenza di questa attrazione. Ma Los Angeles non sarebbe Los Angeles se non ci fosse un tocco di cinema presente in ogni dove. E certamente l’osservatorio non fa eccezione. Decine di film sono stati girati qui, fin dagli albori di Hollywood. Le bianche mura hanno visto il passaggio di James Dean in “Gioventù bruciata”, di Arnold Schwarzenegger in “Terminator” e persino dei “Trasformers”. Ma venendo ai giorni nostri, c’è una pellicola da Oscar che ha reso letteralmente protagonista questo luogo: stiamo parlando del musical “La La Land”. Tramite gli occhi dei due protagonisti abbiamo la possibilità di entrare nella struttura. E allora perché no, seguiamoli!

Al Griffith Observatory insieme a La La Land!

Durante i loro primo appuntamento, Mia e Sebastian arrivano in auto attraversando il Griffith Park di Los Angeles. Appena entrati nell’osservatorio, la giovane coppia si dirige immediatamente nella Wilder Hall, dove è posizionata la Tesla Coil. La bobina di Tesla riproduce fulmini esattamente identici a quelli di origine naturale e, se avvicinandoti ti sembra di sentire della musica, non è il regista del musical che ti sta inseguendo, ma è la bobina che sta generando suoni tramite il flusso energetico dell’aria!

I protagonisti (e noi insieme a loro) proseguono la loro visita nella “W.M. Keck Foundation Central Rotunda”, area dedicata alla celebrazione della scienza e del progresso dall’antichità ai giorni nostri. La vasca intorno alla quale i due volteggiano contiene il pendolo di Foucault, strumento straordinario che dimostra la rotazione terrestre in tempo reale.

La visita termina con l’iconica sequenza di danza nel “Samuel Oschin Planetarium”, probabilmente la sala più spettacolare dell’edificio. Qui si trova uno dei proiettori di stelle più all’avanguardia del mondo, in grado di riprodurre esattamente costellazioni e astri.

La sala proietta a rotazione tre diversi show dal tema stellare:

  • “Centered in the universe”, incentrato sui grandi interrogativi che l’umanità ha posto alla scienza nel corso dei secoli;
  • “Water is life”, il viaggio dell’uomo nello spazio alla ricerca dell’acqua, condizione essenziale per lo sviluppo della vita;
  • “Light of the Valkyrie”, racconta il fenomeno dell’aurora boreale.

Ti consigliamo di consultare il sito ufficiale per prendere nota del calendario degli spettacoli. Non escludiamo la possibilità di trovare ancora Emma Roberts e Ryan Gosling che volteggiano delicatamente nella sala!

Cosa vedere al California Observatory

planetario los angeles

Ogni sezione del museo astronomico è dedicata a una rappresentazione degli elementi che compongono la galassia. Nella “Ahmanson Hall of the Sky” il Sole è il protagonista assoluto. Puoi osservare l’immagine e i movimenti che compie in tempo reale, in modo da comprendere ancora di più l’importanza di questa stella per il nostro ciclo vitale.

Invece “il Gunther Depths of Space Exhibits” dedica il suo spazio alla rappresentazione della terra e al suo legame con il sistema solare. Ovviamente non può mancare una statua dedicata ad Albert Einstein, padre della teoria della relatività!

Infine c’è il Leonard Nimoy Event Horizion Theater, conosciuto anche come il teatro del Dottor Spock. Il teatro ospita conferenze scientifiche ed è dedicato a Leonard Nimoy, l’attore che interpretò il Dottor Spock nel telefilm fantascientifico “Star Trek”, cult degli anni Sessanta. Di nuovo il cinema che si mescola con la realtà

L’evento del mese: lo Star Parties all’osservatorio Griffith

Un sabato al mese, l’osservatorio Griffith organizza un evento imperdibile per appassionati e neofiti: lo Star Parties. Esperti volontari della Los Angeles Astronomical Society, Los Angeles Sidewalk Astronomers e The Planetary Society mettono a disposizione il loro sapere in materia astronomica e tengono lezioni, conferenze e dimostrazioni sull’utilizzo dei telescopi e sull’osservazione dello spazio.

L’evento dura dalle 14:00 alle 21:45. Ovviamente sarebbe ideale rimanere fino alla chiusura del planetario, per godere del panorama serale che il luogo regala, sia stando a naso in su che a naso in giù.
Se la tua visita in California coincide con l’evento, non perderlo assolutamente!

Informazioni utili per la tua visita al Griffith Park Observatory

Il planetario di Los Angeles si trova all’interno dell’omonimo parco. L’indirizzo è 2800 East Observatory Road. Se hai abbastanza tempo, consigliamo di farti un giro anche nell’immenso parco cittadino. Con i suoi 17 km quadrati è una delle aree urbane verdi più grandi del Nord America, ed è un’oasi di pace tra le trafficate strade di L.A.!

Puoi raggiungere l’osservatorio di Los Angeles in macchina oppure con i mezzi pubblici.

Se arrivi in macchina, porta con te una bella dose di pazienza perché la zona è molto trafficata. La struttura è dotata di un proprio parcheggio, il costo è di 4 $ l’ora ma l’area è molto piccola ed è difficile trovare posto. Ma non scoraggiarti, allontanandoti un po’ dall’Osservatorio puoi trovare parcheggio gratuitamente nelle vie circostanti.

In alternativa puoi prendere la Red Line della metropolitana e scendere alla fermata Vermont/Sunset Station. Da qui puoi usufruire della navetta DASH che arriva direttamente all’osservatorio. La frequenza della navetta è ogni 20 minuti circa e il costo del biglietto è di 0.50$. La fermata dove scendere è nei pressi del Greek Theater.

L’ingresso al Griffith Park Observatory è completamente gratuito ed osserva i seguenti orari:

  • dalle 12 alle 22 da martedì a venerdì;
  • dalle 10 alle 22 il sabato e la domenica;
  • lunedì chiuso.

Ricordati di portare con te tanta immaginazione, stai per affrontare un vero e proprio viaggio nello spazio!